CORPO

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Nonostante si viva in una cultura che dà importanza al corpo ed una nuova teologia del corpo e filosofia d’avanguardia che ne sottolineano la dignità, troppo spesso viene messo tra parentesi con eccessiva facilità il dato della nostra corporeità e che il nostro modo di pensare sia quello proprio di una determinata specie animale, mentre invece l’identità umana è in primo luogo, se non addirittura soltanto, corporea e di conseguenza è un’identità animale.

E’ in riferimento a questa identità che le continuità delle nostre relazioni con gli altri sono parzialmente definite (A. Macintyre in “Animali razionali dipendenti”).
Attraverso il nostro corpo, ci relazioniamo col mondo, le altre persone, la natura, la cultura. Attraverso di esso ci esprimiamo nel mondo e nello stesso tempo, nel nostro corpo si esprime il mondo in noi.
In questo corpo e nelle relazioni che esso rende possibili, viviamo, amiamo e soffriamo.
Il corpo appartiene quindi alla nostra identità, gli dà un’impronta profonda, un segno determinato.
Oggi invece, c’è una certa difficoltà a vivere il proprio corpo in modo consapevole servendosi anche del movimento come mezzo per conoscersi.
Generalmente si pensa a fare un po’ di ginnastica o uno sport per mantenersi in forma, ci si esprime attraverso il teatro o la danza ma il corpo non è sperimentato, vissuto, percepito e goduto ancor prima e indipendentemente dall’espressione della sessualità, anche se ovviamente è un corpo maschile o femminile.
Potremmo dire invece che imparare a viverlo pienamente “indipendentemente da” è il presupposto per poi poter scegliere di vivere in pieno e magari in modo gratificante anche la sessualità o di non viverla per una donazione diversa ma essendo una persona integrata e matura.
Secondo Feldenkrais “solo le persone veramente mature e ben coordinate possono interrompere un rapporto sessuale, rinunciarvi o riprenderlo senza alcun problema”.
Oggi c’è una specifica difficoltà di avvertire l’essenzialità umana del proprio corpo.
E’ possibile “descrivere” il corpo umano, esprimere la sua verità con l’oggettività propria delle scienze naturali; ma questa descrizione – con tutta la sua precisione – non può essere adeguata dato che non si tratta soltanto del corpo (inteso come organismo, nel senso “somatico”) bensì dell’uomo, che esprime se stesso per mezzo di quel corpo e in tal senso “è”, quel corpo.
Si può dire che tutta la trascendenza dinamica della persona, di per sé di natura spirituale, trova nel corpo umano il suo terreno e mezzo di espressione.
Ecco perché tra le varie definizioni di persona oggi sta tornando di moda l’animale razionale di Aristotele a cui Macintyre aggiunge dipendente.
Inoltre la corporeità e la sessualità non s’identificano completamente. Infatti anche se il corpo umano, nella sua normale costituzione, porti in sé i segni del sesso e sia, per sua natura maschile e femminile, tuttavia il fatto che l’uomo sia “corpo” appartiene alla struttura del soggetto personale più profondamente del fatto che egli sia nella sua costituzione somatica anche maschio o femmina.
Troppo spesso anche oggi, nonostante una sua certa esaltazione il corpo viene considerato una cosa diversa da me, un oggetto al quale non devo rispetto e con il quale me la prendo quando sto male o non rende come vorrei; oppure un qualcosa che a seconda della moda posso modificare a mio piacimento con la chirurgia estetica ed il fitness.
Il corpo è invece il segno dell’anima di ciascuno di noi che si esteriorizza in determinati occhi, impronte digitali, mani ecc. che sono unici ed irripetibili come ognuno di noi lo è, come irripetibili sono le reazioni alla percezione nel sistema nervoso, le reazioni corporee, quelle posturali.

Sedi ed orari dei corsi

Vai alla pagina clicca qui

Sedi dei seminari

in Italia ed all’estero in lingua inglese
scrivere a seminari@mariaraffaelladallavalle.com per info

Centro Ricerca Feldenkrais e narrativa del movimento

via Butturini n. 2
37100 VERONA VR
CF DLLMRF58H69E349S
Partita IVA 02769890233
Mobile: +39 342 8298562
email: info@mariaraffaelladallavalle.com

 

 

© 2017 Maria Raffaella Dalla Valle. All Rights Reserved.