Stampa

Valutazione attuale: 1 / 5

Stella attivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La persona si costruisce attraverso i suoi atti liberi, è artista della propria esistenza e vive la propria storia. La persona viene considerata come creatura, quindi in fieri e soggetta ad interdipendenza e vulnerabilità.

A livello concettuale Feldenkrais fece un importante passo avanti rispetto al modello del corpo umano inteso come una macchina, egli, in un certo senso, ha “messo il cervello umano nell’organismo” (F. Wildman). Tuttavia Feldenkrais tende a parlare degli esseri umani come se fossero sistema nervoso. Nella sua teoria quindi si può intravedere un riduzionismo materialista, un rischio di monismo. Alcuni dicono che rimase soggetto al dualismo (W. Schacker) del suo tempo anche se nella sua pratica ha superato questa impasse. Esther Thelen ci ricorda che invece non abbiamo a che fare con sistemi nervosi ma con persone.

Norman Doidge nel suo libro “Le guarigioni del Cervello” (che dedica 2 capitoli al Feldenkrais), lo considera un precursore della mindfulness diventata famosa circa cinquant’anni dopo.

Le intuizioni di Feldenkrais sono state infine confermate dal neuroscienziato Michael Merzenich, il quale mostrò che un cambiamento neuroplastico a lungo termine si verifica più facilmente quando una persona si concentra sul processo di apprendimento